"/> "/> "/>

Linda vivencia!

Una serata all’insegna del gusto quella organizzata dall’Ente Spagnolo del Turismo di Milano presso la Cucina Italiana. L’invito citava: “showcooking e cena experience” per conoscere meglio la capitale iberica.

E noi non potevamo mancare.

Madrid è una città felice, calda e vitale. Famosa per i suoi mercati, i caffè letterari e le sue tapas. Quest’ultime, piccole porzioni di cibo che solitamente accompagnano una bevanda, sono parte integrante della cultura gastronomica di questo paese. Forse però, non tutti sanno, che si chiamano così perchè una volta venivano collocate sul bicchiere per non far entrare le mosche.

Durante la serata abbiato avuto l’occasione di scoprire alcuni nuovi sapori che la città offre, grazie anche alla presenza dello chef David Garcia, una stella Michelin, o meglio il “cocinero”, come ama farsi chiamare lui.

La sua cucina si distingue per i brodi ed i sughi, i quali vengono elaborati con prodotti naturali e di prima qualità. Abbiamo iniziato la nostra degustazione, dopo un pò di prosciutto iberico, che non può mancare mai, proprio da una cagliata con formaggio della Sierra di Madrid e succo di tartufo melanosporum. Il tutto è stato seguito da una tartare di pomodori maturi e datteri, asparagi bianchi, crudi e arrosto, con aglio bianco di cocco. Non abbiamo mai mangiato nulla di simile. L’accostamento asparigi crudi e cotti era un mix di croccantezza unica. 

Ma il piatto indiscusso della serata, che ha deliziato il nostro palato ed inebriato i nostri sensi per noi è stata la carne: guanciale di vitello, porcini saltati e crema di patate. La miglior carne di vitello cucinata in 72 ore a bassa temperatura: così tenera da poter essere mangiata con un cucchiaio. 

Ed infine un dolce di pan brioche caramellato con latte fresco e gelato di banana.

Se anche voi volete vivere la stessa esperienza culinaria, vi consigliamo di programmare un viaggio a Madrid e cenare presso “El Corral de la Morería”. Un ristorante storico che oltre al gusto offre uno spettacolo di flamenco, trasformando così una cena in un’esperienza che coinvolge i cinque sensi.

Vi abbiamo convinti ad intraprendere questo viaggio di pura emozione?

Bookmark and Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *