"/> "/> "/> "/> "/> "/>

La nostra Marrakech

Ebbene sì, per fuggire da queste giornate di freddo, abbiamo deciso di prenderci una settimana di vacanza per visitare il Marocco. Era una meta che non avevamo mai visto, ma che ci eravamo prefissate di visitare quanto prima. Ed eccoci in viaggio, questa volta in compagnia di un gruppo di amici, su un volo in partenza da Milano verso Marrakech.

La città ci riceve con un sorriso e noi restiamo subito colpite dalla gentilezza della sua popolazione. Sinceramente avendo visitato altri stati del Nord Africa, come Tunisia, Egitto… ci aspettavamo l’assalto, soprattutto nei souk, ed invece siamo rimaste piacevolmente colpite dalla loro cortesia. Questo non vuol dire che se affronterete anche voi un viaggio verso questa destinazione non tenteranno di vendervi di tutto e che non dovrete negoziare il prezzo degli acquisti, perché questo è parte integrante della loro cultura, ma che per lo meno il tutto sarà fatto senza essere letteralmente assaliti.

Marrakech è una città superba, a partire dalla sua posizione che la rende il sito ideale per fare brevi escursioni o punto di partenza per altre visite, grazie agli ottimi collegamenti con tutto il Marocco. Noi per esempio abbiamo preso un auto a noleggio con conducente, per effettuare delle escursioni verso Essaouira, Aït Ben Haddou e Ouarzazate, ma per chi vorrà mettersi direttamente alla guida di un auto possiamo confermare che le strade sono tenute bene e che vi sono molti controlli da parte della polizia locale.

Ma torniamo a Marrakech che è una città da vivere, ricca di tradizioni ma allo stesso tempo modernità. La prima cosa da sapere è che va esplorata senza fretta: non è una di quelle città da girare correndo da un monumento a un museo.

Noi vi consigliamo di iniziare dalla medina, girarla senza perdersi non è semplice, ma è un’esperienza da fare. Cominciate dalla sua famosa piazza cittadina, Djemaa el-Fna, che offre quello che forse è il più grande spettacolo all’aperto del mondo, dove giocolieri e cantastorie si contendono lo spazio con incantatori di serpenti, maghi e acrobati. Il vostro naso poi vi guiderà verso le numerose file di bancarelle di cibo. Provate assolutamente l’esperienza di mangiare al centro della piazza dove il cibo è buono e la scelta molto vasta.

Tra le attrazioni da visitare non perdetevi il Palazzo Bahia che vi darà un assaggio di come era la vita per i più ricchi nel 19 ° secolo a Marrakech. Il sito si dice che sia stato originariamente costruito per essere un enorme harem di residenza del famigerato Si Ahmed ben Musa. Il suo giardino interno e le maioliche che ammirerete vi lasceranno a bocca aperta. Un’altra attrazione è il Palazzo El Badi che In realtà non è una vera e propria reggia, ma i resti di una delle dimore più sfarzose al mondo, infatti ci vollero 25 anni per costruirlo.

Sarà la passione per la moda, ma il nostro sito preferito è stato il giardino Majorelle, che considerando quanto ci è piaciuto, forse meriterebbe un post dedicato. La miglior location di sempre per effettuare un servizio fotografico. Questa splendida villa, rifugio di Yves Saint Laurent e Pierre Bergé negli anni ’80, è un autentico capolavoro a metà fra lo stile moresco e l’Art Noveau. Rimarrete senza fiato nell’ammirare anche il bellissimo giardino che circonda l’area.

Vi consigliamo poi di fare un giro anche nell’area nuova, ricca di locali alla moda e negozi. Noi abbiamo cenato nei meravigliosi: Palais Jad Mahal Marrakech, La Mamounia Marrakech ed Il Comptoir Darna. L’abbinata ristorante chic più spettacolo che si sperimenta a Marrakech è quanto di più simile ad una performance del Cirque du Soleil, vi appassionerà. Da provare assolutamente!

Infine non potete partite da questo paese senza aver varcato la soglia di un hammam. Per il massimo delle coccole noi abbiamo optato per privatizzare quello del nostro hotel, ma sia che optiate per uno pubblico o uno privato è una delle esperienze più autentiche di Marrakech.

Bookmark and Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *